• 24 ottobre 2016

È arrivata su Netflix la nuova stagione della serie che mette in scena gli incubi della rete.

Black Mirror, la serie tv, di 3 episodi è andata in onda per la prima volta nel 2014, ideata da Charlie Brooker, ora Netflix ha riportato in vita lo show britannico, che immagina un futuro con situazioni, sviluppi, assetti politico-sociali e tecnologici altamente negativi. Questa volta in perfetto stile americano il servizio di streaming ha ordinato la bellezza di 12 nuove puntate, di cui le prime 6 hanno debuttano il 21 ottobre.
Come sempre, ogni puntata è autoconclusiva. La prima, la quale introduce la nuova serie, immagina un mondo in cui tutto (perfino il tipo di macchina che puoi noleggiare e i voli con cui viaggi) ruota attorno ai punteggi che le persone si danno su una piattaforma online. Ogni forma di genuinità è bandita: per avere il massimo del ranking, bisogna piacere a tutti.

Black Mirror si fa sempre più attuale. È inquietante notare come, questa volta, forse più delle precedenti, il futuro immaginato dal creatore non è più così lontano dalla realtà in cui siamo già immersi.

Fonte: Vanity Fair